Couchsurfing: come dormire gratis e perché

couchsurfing

Couchsurfing: come dormire gratis e perché

Quante volte abbiamo pensato che viaggiare sia troppo costoso? Magari, come me, hai sentito parlare di Couchsurfing, ma non l’hai mai presa in considerazione.

Dopo averla iniziata ad usare, in questo articolo, voglio spiegarti come funziona e perché molte persone sono disposte ad ospitarti gratuitamente.

Come funziona couchsurfing

Couchsurfing è un’applicazione che raggruppa una community fatta di viaggiatori e persone di ogni luogo del mondo ,che offrono ospitalità ed aiuto gratuito.

Ma non solo, puoi anche trovare altri viaggiatori con cui uscire, organizzare gite o partecipare ad eventi insieme.

Insomma le parole d’ordine sono condivisione, scambio, reciprocità.

Fino a prima della pandemia quest’applicazione era gratuita, ora richiede un piccolo contributo, ma si tratta solo di circa 20$, ovvero 14€ per un anno di servizio, insomma meno di una notte in ostello!!!

Ci sono diversi modi di utilizzare l’app, se cerchi ospitalità ad esempio puoi fare una ricerca in base al luogo di tuo interesse, filtrare poi gli host e io ti suggerisco anche di impostare il filtro in base all’ultimo login effettuato.

Altrimenti puoi anche pubblicare un tuo viaggio e le persone che vogliono offrirti ospitalità si proporranno a te.

Per quanto riguarda la compagnia di altri viaggiatori, invece, c’è una sezione dedicata proprio agli hang out, qui in base alla tua posizione attiva, ti saranno mostrati altri viaggiatori che hanno voglia di incontrarsi!

Perché fare couchsurfing?

Se sei un viaggiatore

Dalla mia parte di viaggiatrice posso dirti che non è solo una questione economica, anche se sicuramente, mi ha aiutata a viaggiare low cost, perché tutti gli host mi sono venuti a prendere, mi hanno offerto passaggi, alloggio, cibo e anche l’uso della lavatrice.

Ma la verità è che, incontrare persone del luogo, vivere con loro, guardare una città con i loro occhi o attraverso le loro storie, rappresenta il viaggiare più autentico, il conoscere davvero un posto e la sua cultura.

Ti permette, inoltre, di scoprire realtà poco turistiche e conosciute, più autentiche.

Ti consente, cosa ancora più importante, di farti davvero nuovi amici ed istaurare rapporti unici, oltre che collezionare ricordi memorabili.

Se sei un host

Quando ho iniziato ad usare Couchsurfing molti mi hanno chiesto “ma perché queste persone dovrebbero ospitarti gratuitamente? Cosa ci guadagnano?

A parte che credo che questa mentalità di dover sempre ottenere qualcosa in cambio sia un pò triste.

In ogni caso spesso si tratta di persone che hanno viaggiato in passato, che hanno avuto l’aiuto a suo tempo di local e che ora sono pronti a ricambiare.

O si tratta di persone curiose, che amano la diversità e il confronto e non potendo viaggiare molto lo fanno da casa, attraverso le storie dei viaggiatori, provando cibi di diverse culture..

Spesso si tratta anche di persone sole, che cercano un pò di compagnia, che amano condividere tempo insieme, uscire e visitare qualche meraviglia locale insieme..insomma desiderano un pò di compagnia.

Se ti interessa approfondire questo aspetto ho anche pubblicato questo video sul mio canale YouTube, in cui intervisto uno degli host più speciali che mi ha aperto le porte di casa sua.

È una soluzione sicura?

Io direi di sì, ma ho anche imparato, viaggiando, ad ascoltare il mio intuito e le mie sensazioni.

Ci sono sicuramente delle accortezze da seguire, ecco i miei consigli qui di seguito.

Innanzitutto sia che tu sia un viaggiatore o un host metti delle foto nel tuo profilo, poter vedere in faccia con chi stai parlando aiuta a essere più sereni.

In secondo luogo controlla sempre le recensioni, che siano positive, ma anche che siano recenti, in questo caso puoi stare tranquillo.

Mi raccomando, ogni volta che sei ospitato o che ospiti, lascia sempre una recensione, questo aiuterà chi viene dopo di te!

Come comportarti

Ci sono alcune accortezze, che per alcuni possono essere scontate, ma per altri no.

Ci tengo a ricordati che se sei ospite a casa di qualcuno, non è come essere in ostello, ti sconsiglio di entrare ed uscire a tuo piacimento, senza dedicare tempo al tuo host ed usando casa sua solo per dormire.

Ti ricordi da adolescente quando la mamma ti ripeteva “questa casa non è un albergo!“? Ecco il concetto è esattamente questo!

Apprezza chi apre le porte di casa sua gratuitamente, dimostra gratitudine, dedicagli del tempo, magari cucina per il tuo host, ogni tanto prediligi una chiacchiera insieme piuttosto che uscire da solo.

Vedrai che quei momenti sono quelli che ti regaleranno più ricordi e andrai via con un amico in più.

Cerca di rispettare i suoi spazi, anche quando ti mette totalmente a suo agio, ricambia la generosità come puoi, anche con piccoli gesti.

Sii pulito e rispettoso.

La mia esperienza

Ad oggi, che sono nel pieno del mio road trip low cost lungo la east cost australiana, grazie anche all’uso di Couchsurfing, mi chiedo perché in questi anni non l’abbia mai provata.

Insomma so di non aver scoperto l’acqua calda, che esiste da una vita, ma quanti come me, pur conoscendola non la usano?

Il mio messaggio è “Scaricatela, sfruttatela!“, non oso immaginare quanti soldi avrei risparmiato in questi anni e che qualità diversa avrebbero potuto avere i miei viaggi, soprattutto a livello di persone conosciute.

Io sono una che è portata a fidarsi delle persone e penso sempre in positivo, nonostante ciò, la prima volta che ho usato l’app ero un pochino agitata e non sapevo cosa aspettarmi, ho semplicemente scelto l’host con più recensioni positive e non posso che dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa.

È come trovare uno zio, o a volte un nonno, che si prende cura di te, che si preoccupa se esci la sera, che ti accompagna pur di non farti camminare da sola, che si preoccupa di cosa ti piace, cosa mangi, se sei vegetariana o hai allergie.

Il mio host del cuore è Sheree, che mi ha ospitato a Cairns, non so quante risate ci siamo fatti, mi prendeva talmente tanto in giro, che all’inizio prima di incontrarlo, pensavo mi tirasse il pacco!

Poi ho invece capito che era così, ci siamo divertiti un sacco e pensa, una volta gli ho detto che non avevo mai assaggiato il mango, è andato al mercato e ne ha preso uno super costoso solo per farmene assaggiare uno di qualità.

Insomma fino ad ora sono stata super fortunata e non posso che consigliarti di usare Couchsurfing!

Ti lascio l’invito qui se vuoi scaricarla e se hai domande scrivimi!

No Comments

Post A Comment